I Muscoli Mandibolari

iStock_000005444299Small

I movimenti dei muscoli mandibolari sono eventi complessi e coordinati che provvedono alla funzione masticatoria. I muscoli deputati al movimento sono il muscolo temporale, il massetere, lo pterigoideo mediale, lo pterigoideo laterale superiore e inferiore (ognuno degli pterigoidei ha due ventri, molti autori li considerano muscoli distinti) detti anche muscoli masticatori secondo una classificazione generale e il muscolo miloioideo, il genioioideo e il ventre anteriore del muscolo digastrico detti muscoli sopraioidei. Ecco in sintesi l’origine, l’inserzione, l’innervazione, la vascolarizzazione e la funzione dei muscoli mandibolari:

il muscolo temporale origina dalla superficie laterale del cranio, la sua inserzione avviene a livello del processo coronoideo e sul margine anteriore del ramo della mandibola, è innervato dal nervo temporale e le arterie deputate alla vascolarizzazione sono le temporali profonda e media. La sua funzione è quella di innalzare e retrarre la mandibola, prende parte alla retrazione ed è attivo nella chiusura forzata;

il muscolo massetere origina dall’arcata zigomatica e si inserisce nell’angolo della mandibola, è innervato dal nervo masseterino e irrorato dall’arteria masseterina, i movimenti a cui prende parte sono di innalzamento della mandibola, di protrusione, di lateralità ed è attivo nella chiusura forzata;

il muscolo pterigoideo mediale origina dalla fossa pterigoidea e dal processo pterigoideo, si inserisce sulla faccia mediale dell’angolo mandibolare ed è innervato dal nervo pterigoideo mediale, la sua irrorazione è garantita dal ramo dell’arteria mascellare, prende parte ai movimenti di innalzamento, di lateralità e di protrusione;

il muscolo pterigoideo laterale superiore origina dalla grande ala dello sfenoide, in particolare dalla faccia infratemporale, si inserisce sulla caspula e sul disco articolari e sul collo del condilo, è innervato dal ramo del nervo masseterino e l’arteria mascellare provvede alla sua irrorazione, la sua funzione è quella di posizionare il disco articolare durante il movimento di chiusura della bocca;

il muscolo pterigoideo laterale inferiore origina dalla faccia laterale della lamina laterale del processo pterigoideo e termina sul collo del condilo, come per quello laterale superiore è innervato dal ramo del nervo masseterino e irrorato dal ramo dall’arteria mascellare, provvede a protrudere e abbassare la mandibola e ai movimenti di lateralità;

il muscolo miloioideo origina dalla superficie interna della mandibola e si inserisce sull’osso ioide e sul rafe miloideo, è innervato dai rami del nervo miloioideo e l’arteria submentoniera provvede all’irrorazione, questo muscolo solleva e stabilizza l’osso ioide;

il muscolo genioioideo origina dalle apofisi geniere e termina sull’osso ioide, è innervato dal primo nervo spinale tramite il nervo ipoglosso e irrorato dal ramo dell’arteria linguale, anche questo muscolo agisce sull’osso ioide sollevandolo e portandolo in avanti;

il ventre anteriore del muscolo digastrico origina dal tendine collegato allo ioide, si inserisce sul margine inferiore della mandibola chiamato fossa digastrica, questo muscolo è innervato dal nervo miloioideo, mentre l’arteria facciale provvede all’irrorazione, compito di questa porzione del muscolo digastrico è di sollevare l’osso ioide e di abbassare la mandibola.

© 2010-2017 dente.co - riproduzione vietata

Le informazioni diffuse da dente.co sono destinate ad incoraggiare, e non a sostituire, le relazioni esistenti tra paziente e medico. Questo articolo ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico. Per maggiori informazioni sulla pubblicazione e sulle linee guida leggere qui

(*) I contenuti di www.dente.co, relativi a dispositivi medici, dispositivi medico – diagnostici in vitro e presidi medico-chirurgici (testi, immagini, foto, filmati, animazioni, disegni, allegati e altro) non hanno carattere di natura di pubblicitaria. Tutti i contenuti devono intendersi e sono di natura esclusivamente informativa, volti esclusivamente a portare a conoscenza i pazienti e i potenziali pazienti delle caratteristiche delle apparecchiature e dei dispositivi medici utilizzati presso lo Studio Dentistico. I contenuti di terze parti sono sempre protetti da Copyright - se non diversamente indicato - e l'utilizzo su www.dente.co è sempre specificato tramite link di attribuzione, l'utilizzo è altresì da ritenersi di carattere accessorio e didattico e completamente a titolo gratuito.

Protected by Copyscape Web Plagiarism Tool