Cosa Mangiare per Evitare la Carie

default_image_dente_co

E’ possibile, con una sana e corretta alimentazione, evitare o ridurre al minimo il rischio di insorgenza di una carie? Dà certamente buoni risultati, pur tenendo in considerazione il fatto che per allontanare la carie ad un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre importante associare una buona igiene orale. Ma cosa mangiare per evitare la carie? il cibo gioca infatti un ruolo chiave nell’insorgenza della carie, conseguenza dell’attività dei microorganismi che si trovano nel cavo orale, la cui proliferazione è catalizzata dalla presenza di residui di cibo tra i denti. Nella fattispecie i batteri si trovano sulla parete esterna dei denti dove proliferano in colonie dando origine alla placca batterica: per la loro sopravvivenza si ‘nutrono’ dei residui alimentari che rimangono tra gli interstizi dentali, ed in particolare degli zuccheri che, trasformati in acido lattico, possono intaccare lo smalto dei denti portando alla formazione della carie. Dunque i denti non accuratamente lavati ma anche alimenti particolarmente ricchi di zuccheri, possono concorrere nella formazione di una carie. Premesso dunque che è consigliabile lavare i denti tutte le volte che si mangia, cerchiamo di capire cosa mangiare per evitare la carie ovvero quali siano gli alimenti consentiti e quali vadano invece consumati con le dovute accortezze.

Dunque quando si valuta cosa mangiare per evitare la carie è bene anzitutto ridurre al minimo il consumo di zuccheri, ed in particolare quelli semplici come glucosio, saccarosio e derivati industriali, impresa non facile dal momento che sono ampiamente utilizzati negli alimenti, oltre che nelle bibite e addirittura nei cereali. Ma cercare di controllarne il consumo e lavarsi i denti dopo l’assunzione di alimenti zuccherati terrà alla larga la carie. Ma gli zuccheri non sono gli unici ingredienti cariogeni: anche gli alimenti contenenti carboidrati complessi sono potenzialmente pericolosi per la salute dei propri denti, qualora il tempo di permanenza dei residui di cibo all’interno della bocca sia piuttosto alto, tanto che secondo alcune ricerche questo fattore risulterebbe addirittura più dannoso rispetto ai danni causati dall’assunzione di alimenti zuccherini.

Altro consiglio per evitare la carie, è stare alla larga dagli alimenti ‘appiccicosi’, che tendono cioè ad attaccarsi ai denti: è preferibile evitare caramello e caramelle gommose, ad esempio, poichè difficili da rimuovere anche con l’igiene orale. E’ inoltre consigliabile evitare di succhiare cioccolatini o caramelle, fattore che incrementa il tempo di permanenza dello zucchero nel cavo orale; un’alternativa, per gli amanti dello zucchero, sono i polialcoli ed una serie di zuccheri con basso o inesistente potere cariogeno come il fruttosio, ottime alternative caratterizzate peraltro da un limitato potere calorico e, in alcuni casi, da un’azione quasi benefica per l’igiene orale, come nel caso dello xilitolo che previene la carie grazie alla sua forte attività antibatterica.

A tal proposito, le gomme da masticare contenenti sostanze protettive come fluoro o xilitolo e prive di zucchero, pur non sostituendo lo spazzolino da denti, possono avere una certe utilità a livello di prevenzione della carie, stimolando inoltre la salivazione che contiene sostanze antibatteriche ed è in grado di stimolare, alcalinizzandolo, il riequilibrio del pH orale. Anche l’acqua potabile con aggiunta di fluoro può avere effetti protettivi, così come il te, i cereali e gli alimenti di origine marina, tutti ricchi di questo minerale che, insieme al calcio, forma una sostanza particolarmente resistente in grado di proteggere i denti dall’insorgere della carie. E’ però importante assumere fluoro in dosi non elevate, per evitare che un beneficio possa trasformarsi in un potenziale danno.

In conclusione, dunque, non bisogna pensare solo a cosa mangiare per evitare la carie ma anche a ‘come mangiare’, seguendo una dieta bilanciata con il giusto apporto di vitamine e minerali necessari a mantenere in salute i propri denti, senza dimenticare una corretta masticazione, in grado di stimolarne la mineralizzazione.

© 2010-2017 dente.co - riproduzione vietata

Le informazioni diffuse da dente.co sono destinate ad incoraggiare, e non a sostituire, le relazioni esistenti tra paziente e medico. Questo articolo ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico. Per maggiori informazioni sulla pubblicazione e sulle linee guida leggere qui

(*) I contenuti di www.dente.co, relativi a dispositivi medici, dispositivi medico – diagnostici in vitro e presidi medico-chirurgici (testi, immagini, foto, filmati, animazioni, disegni, allegati e altro) non hanno carattere di natura di pubblicitaria. Tutti i contenuti devono intendersi e sono di natura esclusivamente informativa, volti esclusivamente a portare a conoscenza i pazienti e i potenziali pazienti delle caratteristiche delle apparecchiature e dei dispositivi medici utilizzati presso lo Studio Dentistico. I contenuti di terze parti sono sempre protetti da Copyright - se non diversamente indicato - e l'utilizzo su www.dente.co è sempre specificato tramite link di attribuzione, l'utilizzo è altresì da ritenersi di carattere accessorio e didattico e completamente a titolo gratuito.

Protected by Copyscape Web Plagiarism Tool