Come Sbiancare i Denti a Casa

default_image_dente_co

Spesso quando ci guardiamo allo specchio, viene naturale scoprire i denti e dare un’occhiata se è tutto a posto! A volte però il risultato non è quello desiderato. Caffè, sigarette, bevande e cibi con coloranti provocano macchie e striature dello smalto soprattutto negli incisivi centrali.

Non tutti sanno che non sempre è necessario rivolgersi al dentista per una pulizia dei denti o per uno sbiancamento dentale professionale per tornare ad avere i denti bianchi, sono sufficienti alcuni rimedi non chimici che possono dare buoni risultati.

Ecco in sintesi una piccola guida su come sbiancare i denti:

  1. Acqua

    Un semplice risciacquo dopo ogni pasto contrasta la formazione delle macchie e contribuisce alla rimozione della placca batterica, mentre è inutile nel caso in cui i denti siano già macchiati. Questa semplice azione può rimuovere fino al 40% della placca e delle sostanze depositate sui denti durante i pasti.

  2. Latte

    Se siete fanatici del caffè e non volete rinunciarvi spesso è sufficiente aggiungere del latte per rendere meno forte l’azione sugli elementi dentali.

  3. Alimenti

    Un metodo efficace contro le macchie dentali è quello di strofinare la parte interna della scorza dell’arancio sui denti macchiati oppure utilizzando le fragole. Questi metodi possono essere eseguiti ogni giorno. Anche le mele e le pere aiutano a mantenere i denti bianchi, al pari della verdura come il sedano o le carote mentre broccoli e cavoli aiutano a contrastare la formazione delle macchie dentali.

  1. Bicarbonato

    Metodo efficace che consente di sbiancare i denti in poche settimane, da utilizzarsi non più di una volta ogni sette giorni. E’ sufficiente mezzo cucchiaino da zucchero unito al dentifricio oppure un mix formato da parti uguali di bicarbonato e sale da tavola che forma un ottimo abrasivo.

  2. Succo di limone

    Unito al bicarbonato è un altro ottimo rimedio per gli inestetismi come le macchie da caffè o le macchie da fumo. Va utilizzato bagnando lo spazzolino da denti sul succo di limone e spazzolando energicamente direttamente sulle macchie. Attenzione però, l’acido citrico contenuto nel succo di limone causa una leggera corrosione dello smalto, quindi il suo utilizzo deve essere limitato.

  1. Salvia

    L’azione sbiancante della salvia sui denti è nota da molto tempo, è un metodo sicuro ed efficace che può essere utilizzato spesso.

  2. Dentifricio fatto in casa

    Provate a cercare su Google “Dentifricio fatto in casa” e troverete centinaia di consigli da provare.

Questi consigli possono dare risultati insperati su come sbiancare i denti, se comunque non siete soddisfatti la soluzione più veloce è quella di prenotare uno sbiancamento dentale professionale per riconquistare la propria colorazione originaria che permetterà di esibire finalmente un sorriso sano e uniforme, senza imperfezioni e aloni scuri.

© 2010-2017 dente.co - riproduzione vietata

Le informazioni diffuse da dente.co sono destinate ad incoraggiare, e non a sostituire, le relazioni esistenti tra paziente e medico. Questo articolo ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico. Per maggiori informazioni sulla pubblicazione e sulle linee guida leggere qui

(*) I contenuti di www.dente.co, relativi a dispositivi medici, dispositivi medico – diagnostici in vitro e presidi medico-chirurgici (testi, immagini, foto, filmati, animazioni, disegni, allegati e altro) non hanno carattere di natura di pubblicitaria. Tutti i contenuti devono intendersi e sono di natura esclusivamente informativa, volti esclusivamente a portare a conoscenza i pazienti e i potenziali pazienti delle caratteristiche delle apparecchiature e dei dispositivi medici utilizzati presso lo Studio Dentistico. I contenuti di terze parti sono sempre protetti da Copyright - se non diversamente indicato - e l'utilizzo su www.dente.co è sempre specificato tramite link di attribuzione, l'utilizzo è altresì da ritenersi di carattere accessorio e didattico e completamente a titolo gratuito.

Protected by Copyscape Web Plagiarism Tool