Categoria Implantologia

Rialzo del Seno Mascellare e Impianti Dentali con Chirurgia Mini-Invasiva

sinus-lift-dental-implant-cut

Il posizionamento di impianti dentali sui settori latero-posteriori superiori prevede in una percentuale tutt’altro che trascurabile il rialzo del seno mascellare. Una delle tecniche chirurgiche è quella di approccio laterale che prevede l’apertura di una finestra ossea vestibolare e l’immissione di osso autogeno o di biomateriali nel seno, previo scollamento della membrana di Schneider. Altra tecnica chirurgica utilizzata è quella di approccio transcrestale di Summers che utilizza osteotomi che sollevano il pavimento del seno mascellare attraverso il martellamento. Entrambe le tecniche sono invasive con decorso post-operatorio con complicazioni anche importanti.

La tendenza odierna è quella di ridurre al minimo l’invasività dell’intervento con decorso sia intra che post-operatorio migli...

Leggi tutto

Implantologia Dentale, Domande e Risposte

Impianti dentali

L’implantologia dentale è quella branca dell’odontoiatria che mediante l’utilizzo di impianti dentali inseriti nell’osso mascellare o mandibolare restituisce al paziente uno o più elementi, ristabilendo funzione masticatoria ed estetica. Il campo di azione dei trattamenti di implantologia orale è molto ampio, si passa dalla semplice riabilitazione di un solo elemento ad interventi di chirurgia avanzata con riedificazione di tessuto osseo e gengive.

Qual è il tempo necessario per il posizionamento di un impianto dentale?

Per posizionare un impianto la seduta dura in media meno di un’ora, se consideriamo un piccolo intervento senza particolari contrattempi, variazioni da valutare caso per caso.

Rispetto a una protesi o a un ponte, quali sono i benefici dell’impianto dentale?

I benefici d...

Leggi tutto

Anestesia dal Dentista: Farmaci Utilizzati, Durata e Controindicazioni

dente-co-anestesia-dentist

Quando ci si sottopone a particolari trattamenti odontoiatrici, può essere consigliato o talvolta richiesto l’impiego di un farmaco anestetico, che insensibilizzi localmente l’area su cui deve intervenire lo specialista. In maniera legittima, molti pazienti s’interrogano sull’efficacia di questa procedura e sulle sue possibili controindicazioni: di seguito verranno quindi fornite spiegazioni chiare ed esaustive sull’anestesia locale in odontoiatria, le tecniche impiegate e le reazioni avverse.

Gli anestetici locali

Per ridurre o eliminare completamente la percezione del dolore durante un intervento odontoiatrico vengono utilizzati dei farmaci, che attraversano le membrane cellulari inibendo la propagazione degli impulsi nervosi: il loro effetto anestetico è limitato all’area specifica d’i...

Leggi tutto